EUROLIFEFORM *

EUROpean LIFEcycle perFORMance

INTRODUZIONE

Il settore delle costruzioni è uno dei maggiori consumatori di risorse naturali. La carenza di conoscenze affidabili sulle performance delle opere da realizzare e dei vari componenti e materiali utilizzati può tradursi in sprechi (sovradimensionamento) o in un precoce deterioramento dell’opera o della sua funzionalità, con conseguenti, costosi, interventi di manutenzione e costi sociali anche rilevanti.

Il progetto EUROLIFEFORM rientra nello European Community Research Programme GROWTH, Key Action 1, Modernisation of industry, improvement of quality, minimisation of use of new resources.

Iniziato nel  2001, EUROLIFEFORM  ha  coinvolto 12 partner Europei tra cui figurano società di costruzioni, società di ingegneria, istituti di ricerca ed istituti universitari. 

OBIETTIVI 

Lo scopo del progetto è sviluppare uno strumento informatico, Life Cycle Cost and Performance model (LCCP), che sia da supporto alla progettazione e che consenta, lungo tutta la vita utile dell’opera, di ridurre gli sprechi, garantendone le performance e salvaguardando gli aspetti ambientali e socio-economici.

In dettaglio, EUROLIFEFORM mira a:

  • sviluppare metodologie per la progettazione del ciclo di vita di una struttura. Saranno utilizzate tecniche probabilistiche per prevedere modificazioni nelle condizioni dei materiali ed i rischi legati a costosi interventi di riparazione;
  • incrementare il valore aggiunto derivante dall’elevata funzionalità e ridurre l’utilizzo di materiali lungo l’intera vita delle strutture.
  •  ottimizzare le performance lungo tutto il ciclo di vita attraverso un continuo monitoraggio di prestazioni, costi e tempi di manutenzione, impatti ambientali;
  • estendere la vita utile delle strutture e favorirne l’uso ottimale, grazie ad una manutenzione pianificata.

A CHI SI RIVOLGE
 
Il modello LCCP si rivolge ad un ampia gamma di potenziali utilizzatori, fra cui:

  • imprese di costruzione, società concessionarie di costruzione e gestione, produttori di componenti edilizie,
  • società di progettazione;
  • università e centri di ricerca;
  • autorità pubbliche nazionali, regionali e locali con competenze di pianificazione territoriale;
  • soggetti pubblici e privati che gestiscono patrimoni immobiliari.

I PARTNER DEL PROGETTO

NomeAttivitàNazione
   
Taylor Woodrow Construction ltd (Leader)Costruzioni ed ingegneria civileUK
Building Research EstablishmentRicerca nel settore costruzioniUK
Cranfield UniversityUniversitàUK
Villa Real LtdConsulenzaSF
CIS Ecologia srlIngegneria civile e consulenzaI
Carl Bro a/sConsulenzaD
Skanska Denmark LtdCostruzioni ed ingegneria civileD
Teknologisk Institut (Danish Technological Institute)Ricerca nel settore costruzioniD
Instituto de Engenharia Mecanica e Gestao Industrial (INEGI)UniversitàP
Mora & Companhia, saRicerca nel settore costruzioniP
Fundacion LabeinRicerca nel settore costruzioniE
Bilbao RIA 2000Organizzazione intergovernativaE
Geneki Etaireia Kataskevon SACostruzioni ed ingegneria civileEL

LIFE CYCLE COSTING

La metodologia di analisi Life cycle costing (LCC) riguarda la stima dei costi, in termini monetari, che originano in tutte le fasi della vita utile dell’opera, ossia costruzione, gestione, manutenzione ed eventuale demolizione/recupero finale.

Lo scopo della LCC è quello di minimizzare la somma dei costi, opportunamente attualizzati, associati ad ogni fase del ciclo di vita, garantendo in tal modo benefici economici sia al proprietario/gestore che agli utilizzatori finali.

Per svolgere un’analisi LCC è necessario stimare in anticipo il momento in cui si verifica un evento che dà origine ad un costo. Nella forma più semplice di LCC, questi eventi comprendono la costruzione, il costo dei materiali, del personale, dell’energia necessari al funzionamento dell’impianto, la manutenzione ordinaria e straordinaria. Un sistema LCC, per essere affidabile, deve consentire di prevedere, tramite un modello probabilistico, quando la struttura, o parti di essa, si deteriora fino ad uno stato che richiede un intervento e quale tasso di sconto utilizzare per ogni intervento.

La LCC consente di ottimizzare la progettazione di strutture e di ottenere migliori risultati in termini di durata, performance e sostenibilità dell’opera, grazie ad un adeguato dimensionamento, ai minori sprechi, al risparmio energetico e al contenimento della produzione di rifiuti.

Rispetto all’approccio tradizionale, secondo il quale vengono stimati solamente i costi monetari diretti per la costruzione e la manutenzione, la LCC permette di estendere l’analisi del progetto a tutta la vita utile dell’opera, evidenziando in tal modo la reale economicità dell’investimento.

La LCC inoltre è in grado di valutare aspetti come quelli ambientali e sociali che normalmente sono tenuti in scarsa considerazione, ma che, come conseguenza del mutato clima internazionale che influenza le politiche per ambiente, conservazione dell’energia, sostenibilità e questioni sociali, acquisteranno sempre più importanza nell’immediato futuro.

* Il progetto è terminato. Continua la diffusione dei risultati e la loro applicazione ai casi di studio.

The Project is out. The dissemination of the results and their application to case studies continues.

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: